Come risolvere il problema della misura delle macro tensioni residue

Un nemico pericoloso in quanto praticamente ogni processo meccanico, chimico o termico finisce per indurre stati di tensionamento interno ai componenti, tensionamenti che possono raggiungere valori estremamente elevati e che si combinano con tutte le altre sollecitazioni statiche e dinamiche presenti sul componente, influenzandone ad esempio la resistenza meccanica, la sensibilità alla fatica o alla corrosione . Ma ancora più pericoloso per il fatto che la sua presenza non ha nessuna evidenza esterna, visto che per definizione le “tensioni residue” si equilibrano completamente all’interno del corpo.

Come personalizzare il sistema di riferimento GD&T

La nuova norma ASME Y14.5 del 2009 ha esteso le potenzialità della norma ASME Y14.5M attraverso l’introduzione di nuovi concetti, principi e simboli che permettono di definire le caratteristiche geometriche di forma e posizione in maniera chiara, concisa ed inequivocabile

Il meccanismo MagnuFuel per risparmiare carburante sta per essere lanciato in...

MagnuFuel LLC, con sede a Chicago, Illinois - nel 2015 l'azienda ha creato un dispositivo magnetico per il risparmio di carburante chiamato MagnuFuel.

Le condizioni al contorno nelle analisi strutturali: come valutare la loro...

La fase cruciale di una simulazione è l’impostazione delle condizioni al contorno (vincoli e carichi): una scelta non ponderata può portare ad ottenere dei risultati che potrebbero non corrispondere con le misure sperimentali che verranno eseguite sul prototipo. Per questo motivo e attraverso due esempi pratici, verranno forniti alcuni suggerimenti sui controlli da effettuare per poter essere certi di aver applicato delle condizioni al contorno coerenti con il comportamento reale del prototipo e per meglio comprendere l’approccio che dovrebbe essere utilizzato