Realtà aumentata altamente immersiva per il manifatturiero

La tecnologia di realtà aumentata (AR) ThingWorx Studio di PTC verrà aggiornata con il software Vuforia 7 e questo apporterà importanti sviluppi all’integrazione di contenuti digitali agli oggetti e alle superfici d’uso quotidiano, oltre a garantire il supporto per ARKit di Apple e ARCore di Google. ThingWorx Studio è un veloce ambiente di authoring che permette agli stakeholder del settore manifatturiero di creare e condividere rapidamente esperienze di Realtà Aumentata scalabili, senza scrivere nemmeno una riga di codice. Il semplice riutilizzo delle geometrie 3D e delle sequenze animate già esistenti con ThingWorx Studio consente agli utenti di ridurre i costi e la complessità della creazione di contenuti, per offrire esperienze AR coinvolgenti. I Model Target, disponibili nell’imminente release di Vuforia e supportati da ThingWorx Studio renderanno possibile il riconoscimento e il monitoraggio di oggetti sulla base della forma di modelli 3D pre-esistenti, senza la necessità di un contrassegno. Questo riconoscimento degli oggetti ad alta fedeltà consente un posizionamento più preciso, così che il contenuto 3D possa essere allineato con maggior precisione qualora le istruzioni passo-passo e i dati del prodotto fossero sovrapposti al prodotto fisico.

Una nuova funzionalità di posizionamento

Grazie al supporto di Vuforia 7, ThingWorx Studio potrà utilizzare Vuforia Ground Plane, una nuova funzionalità di posizionamento dei contenuti a livello del suolo, del pavimento o di ripiano. Dato che Ground Plane è in grado di sfruttare ARKit e ARCore tramite una tecnologia nota come Vuforia Fusion, ThingWorx Studio permette agli utenti di creare esperienze di Realtà Aumentata affidabili in una vasta gamma di ambienti industriali. Ground Plane rappresenta una soluzione eccezionale per i casi d’uso industriali che non richiedono un prodotto fisico, come l’analisi di un design virtuale o uno strumento di virtualizzazione dedicato al marketing e alle vendite. ThingWorx Studio consente agli utenti delle aziende manifatturiere di creare rapidamente esperienze AR scalabili in grado di migliorare i tempi di ritorno economico, ridurre i costi e la complessità e assicurare la scalabilità aziendale.

Un’applicazione di visualizzazione

Come primo passo verso una più ampia copertura di dispositivi e SO, PTC sta offrendo alle aziende del settore manifatturiero un’anteprima del supporto ARKit e Model Target nell’ambito di ThingWorx Studio e ThingWorx View. Le esperienze create in ThingWorx Studio sono accessibili tramite ThingWorx View, una singola applicazione di visualizzazione di livello aziendale che assicura esperienze 3D dedicate a smartphone, tablet e dispositivi indossabili. Subito disponibile, questo strumento consente ai creatori di contenuti di poter sfruttare i processori e i sensori di movimento della fotocamera in dispositivi che eseguono iOS11 per creare interazioni AR spaziali ultra-immersive, in modo più facile e veloce. ThingWorx View può essere scaricato gratuitamente ed è compatibile con dispositivi Windows, iOS e Android. “PTC promuove da sempre la diffusione delle applicazioni di Realtà Aumentata nella quotidianità e il nostro supporto a framework come ARKit e ARCore dimostra bene questo impegno”, ha dichiarato Jim Heppelmann, President & CEO, PTC. “Con un ecosistema composto da centinaia di sviluppatori AR, riteniamo che PTC abbia raggiunto una posizione ottimale per fungere da catalizzatore dello sviluppo dei contenuti necessari a sfruttare ARKit e ARCore, in particolare per quanto riguarda il mercato industriale”.

Comunicazione innovativa

Oltre alle nuove funzionalità Ground Plane e Model Target di prossima integrazione, ThingWorx Studio e ThingWorx View andranno a incorporare funzionalità di presenza da remoto in grado di assicurare un’efficienza superiore per una vasta gamma di casi d’uso industriali di livello critico. Il risultato è un’esperienza di comunicazione innovativa, resa possibile dall’applicazione Vuforia Chalk, che consente alle persone che si trovano in luoghi diversi di condividere una visualizzazione in tempo reale dello stesso ambiente e di scrivere semplici note che appaiono applicate a superfici e oggetti dell’ambiente, come fossero direttamente apposte su di essi. Queste funzionalità saranno disponibili in ThingWorx View entro la fine dell’anno.

CONDIVIDI